Post

"È naturale bellezza. Luci e ombre dei cosmetici bio", di Beatrice Mautino

Immagine
Ed eccomi di nuovo qui a terminare un libro su un argomento di cui mi importa assai poco: i cosmetici, che praticamente non uso e nella maggior parte dei casi schivo. (Come la skin care routine , che mi fa innorridire soltanto a pensarci.) Ad attrarmi, la bravura dell'autrice (di cui ho già letto " Il trucco c'è e si vede " e " La scienza nascosta dei cosmetici ") e il tema dell'inganno del marketing , con tutti gli aspetti di comunicazione e distorsione della percezione che lo riguardano. (E probabilmente anche il titolo geniale.) La lettura di "È naturale bellezza - Luci e ombre dei cosmetici bio" non mi ha delusa: ben scritto , dai contenuti molto interessanti e sorprendenti , arricchito da qualche bel gioco di parole qui e là e da riferimenti utili. Rende più consapevoli e spinge a pensare e scavare oltre le apparenze e le conoscenze pregresse : elementi fondamentali di un libro che parla di scienza. Trasmette conoscenza, senso critico e se

"Fatti di musica. La scienza di un'ossessione umana", di Daniel Levitin

Immagine
La musica è una scusa perfetta per parlare di percezione , piacere , apprendimento , memoria , categorizzazione  e decine di altri aspetti ancora poco conosciuti della nostra mente. In " Fatti di musica ", il neuroscienziato, psicologo cognitivo e produttore musicale Daniel Levitin trasmette le sue principali passioni: il funzionamento del cervello e la musica. Un bel libro approfondito , ricco di cultura e capace di intrattenere: è molto ben spiegato, con richiami pop, alcune frasi poetiche e tocchi di umorismo. Per gli appassionati di musica (è utile anche a coloro che hanno poche basi tecniche sull'argomento, come me) e a chiunque voglia sapere perché alcune canzoni ci restano nella testa, se il talento esiste, come pensiamo, ci emozioniamo, percepiamo il mondo intorno a noi, e  molto di ciò che sappiamo sui misteri che ancora circondano la cognizione umana .  ( Nota dolente: è un gran peccato leggere nei libri moderni la distinzione fra cervello "rettile"

Significato e traduzione di "Self Sabotage" di Abe Parker. L'auto-sabotaggio

Immagine
"In caso tu sia un overthinker , è appena uscita questa canzone". Così scrive il cantautore statunitense Abe Parker di " Self Sabotage ": 3 minuti dedicati all' autosabotaggio , la tendenza a impedire a se stessi di raggiungere determinati obiettivi a causa di una convinzione profonda, a volte inconsapevole, di non meritare nulla. Un meccanismo che può portare a una vita infelice, costellata di occasioni mancate, precarietà, stress, senso di sconfitta.  L'autosabotaggio Molti di noi si sentono inadeguati, incapaci, non meritevoli di attenzioni o di un buon lavoro. Capire se ci si sta autosabotando è difficile, anche se test come quello di Psychology Today può essere di aiuto, perché gli indizi di autosabotaggio possono essere diversi e potremmo non accorgercene consciamente : procrastinazione ; tendenza a evitare situazioni relazionali o lavorative complesse ; perfezionismo e forte autocritica ; autoannullamento ; difficoltà a esprimere le proprie necess

Come aiutare qualcuno che ha la depressione

Immagine
Si stima che quasi il 4% della popolazione mondiale soffra di depressione , soprattutto tra gli ultrasessantenni (5,7%). Questo problema di salute mentale si può presentare in tanti modi diversi a seconda della persona : tristezza costante, senso di vuoto, frustrazione, assenza di speranza e motivazione, ansia, senso di colpa, irritabilità (soprattutto negli adolescenti) si possono accompagnare a sintomi fisici non giustificati da altre patologie (come mal di testa o mal di schiena) e problemi di concentrazione o capacità di decisione. In generale, questi sintomi rendono la persona infelice, spesso anedonica (incapace di provare piacere per ciò che ama, inclusa l'attività sessuale) e le portano difficoltà nella vita privata, a scuola, sul lavoro, compromettendone la qualità di vita .   I sintomi della depressione Avere periodi di infelicità è comune, ma quando durano per gran parte del giorno quasi tutti i giorni per  2 settimane  si parla di stati depressivi. Le cause possono ess

Le serie tv medical e quello che insegnano

Immagine
Andavo alle medie quando ho scoperto la mia prima serie tv medica : era Dr House - Medical Division . Le puntate strutturate come gialli, le meraviglie del corpo umano e i personaggi complessi - soprattutto House, controverso e profondo - mi conquistarono. Per un periodo, desiderai essere una medica e mi appassionai moltissimo al tema; studiavo le scienze con passione e mi tuffai in altre serie tv medicali: Scrubs - Medici ai primi ferri , ER - Medici in prima linea , Grey's Anatomy . Oggi guardo anche The Good Doctor e puntate di altre serie. Nonostante facciano spesso uso di consulenze mediche o addirittura facciano riferimento a casi reali presenti nella letteratura scientifica , secondo gli specialisti sono spesso ben lungi dall'essere rappresentative . Fuori dalle regole, con procedure improbabili (un team di medici ne ha individuate oltre 1000 in 271 episodi di serie diverse), casi rarissimi, sintomi e storie mal rappresentati, melodrammi irrealistici, figure mediche on